it en ru

Cucina

Il regno degli abissi è come uno scrigno di pietre preziose che luccicano nel buio del profondo e accecano quando emergono in superficie. Le prelibatezze del mare divengono pietanze sfiziose e ricercatissime adatte ai palati più esigenti, a quelli che il gusto della salsedine lo vogliono sentire su tutte le papille, al palato, nella gola, per giungere all’estasi di una mente in giubilo.


Vogliamo partire dalla polpa di ricci? Da quell’arancio mesciato di rossi racchiuso in un involucro di spine? Un cucchiaino di piacere da gustare al naturale, da rimpolpare le bruschette, da fare un vortice con gli spaghetti. Pasta trafila a oro Verrigni o del Pastificio dei Campi di Gragnano, per sentire tutto il grano e la tradizione antica dei maestri pastai, per legare un elemento così autentico della cucina italiana a una chicca di Cetara, ad esempio: perché voi l’avete assaggiata la pasta con la colatura di alici, o no? E le acciughe del Mar Cantabrico? Quelle grandi, polpose e saporite, scrupolosamente lavorate prima della salatura? Poi ci sono i sapori delicati. Il risotto con l’astice blu, per esempio, quello preparato con l’Acquerello della Tenuta Colombara, invecchiato in Italia, lavorato con l’elica, ricco come quello integrale?


Le perle rare di Nettuno, le ostriche dei mari francesi, ci sono tutte: Fine de claire, Gilardeaux, Belon. Scendono in gola sprigionando tutto il loro potere. Non da meno la sensazione di masticare i gamberoni  rossi di Mazzara e gli scampi freschissimi, conditi con un filo dei migliori oli Dop siciliani e un pizzico di sale rosa che ne esaltano il concetto non oscurandone il sapore.


Il caviale …Calvisius, Beluga. Il principe tra i regali del mare è sempre presente e disponibile sulla nostra tavola, per godersi perle nere che si schiudono spargendo polline.


E i Percebes della Galizia? Quel groviglio di cilindri lunghi come un dito, vestiti di nero, che racchiudono colori e forme da apparire sculture di pasta reale quando, invece, si tratta di una bomboniera del mare, un prodotto esclusivo e raro appartenente alla famiglia dei crostacei. Al bacio!


Esistono pesci e crostacei che non è sempre facile reperire, si devono richiedere, devono arrivare da chissà dove. San Pietro, rana pescatrice, aragoste, cicale e astici blu sono sempre disponibili, freschi di pescata e vivi nell’acquario a vista della clientela.


Dolci, dessert, macedonie e gelati. Involucri di bucce che racchiudono cremosi gelati al gusto del rispettivo frutto a cui somigliano: sono i fruttini il modo migliore per rinfrescare il palato e chiudere il pasto con un’aria estasiata.


Una cucina rispettosa della migliore tradizione regionale rivisitata in chiave moderna e internazionale con un particolare riguardo per la presentazione e una mira scrupolosa sui prodotti del territorio, sulle eccellenze regionali, italiane ed estere. Alzate di crudi, lastre di pietra lavica zeppe di manicaretti, bijou di tartare, insalata catalana: cestino di rucola, pomodori datterini, cipollotti freschi e aragosta. Imperdibile!


Per accontentare i gusti di tutti da una romantica terrazza sul mare che volge lo sguardo a Taormina.

 Via Schisò, 12 - 98035 Giardini Naxos (ME)
 Tel:     +39 0942 52380
 Mobile:     +39 339   4645890
 Email:      Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Quandoo
.